PUMA
Istituto per le Tecnologie Didattiche     
Manca S., Benigno V., Cortigiani P., Gibelli C. Wiki-school: una scuola-laboratorio che valorizza le competenze distribuite e promuove innovazione prossimale ed endogena. In: III Congresso CKBG (Bari, 6-8 aprile 2011).
 
 
Abstract
(English)
non disponibile
Abstract
(Italiano)
Il problema Oggi esiste un accordo unanime nel considerare la conoscenza e l'apprendimento come le risorse principali dei processi produttivi. La scuola rappresenta un luogo privilegiato per comprendere come la conoscenza, e in particolare quella tacita, possa diventare un patrimonio accessibile, condiviso, negoziato da una comunitā di professionisti. Le pratiche professionali sono i luoghi dove si costruiscono significati, si produce conoscenza, si apprende, si innova e le reti rappresentano la possibilitā per estrinsecare il loro potenziale. Nell'ambito del presente lavoro verrā presentata la sperimentazione dell'uso di una piattaforma di comunicazione online nel contesto organizzativo-didattico della scuola sperimentale secondaria di I° Grado "Don Milani-Colombo" di Genova. Obiettivi La sperimentazione ha avuto come finalitā principale quella di verificare in che modo l'uso di una piattaforma di comunicazione online consenta e facilita i seguenti obiettivi: . l'accesso alle informazioni e alle attivitā . la visibilitā reciproca del lavoro del singolo docente . il coordinamento delle azioni tra individui, tra individuo e gruppo e tra gruppi . la costruzione e negoziazione dei significati . l'apprendimento prossimale . la direzione cooperativa. Partecipanti I partecipanti all'esperienza sono circa sessanta docenti, il dirigente scolastico e il personale amministrativo della scuola. Fasi di lavoro L'uso della piattaforma di comunicazione online nasce nel 2005 per uno specifico obiettivo e le fasi della sua evoluzione possono essere cosi brevemente sintetizzate: . I Fase (2005): sei docenti per la redazione di un progetto sperimentale; . II fase (2006-2007): l'intero Collegio, i gruppi disciplinari e interdisciplinari per esigenze progettuali e riflessive; . III Fase (2007-2011): consigli di classe, gruppi di progettazione, commissioni di lavoro trasversali, reti di scuole e organizzazione del dopo lavoro per bisogni molteplici (organizzativi, decisionali, innovativi). Strumento utilizzato L'ambiente di comunicazione č una piattaforma Moodle ospitata su un server di rete gestito dall'ITD-CNR. Conclusioni La piattaforma ha potenziato nell'organizzazione i processi cognitivi e sociali tipici delle comunitā di pratiche configurando la scuola come "mente collettiva". L'innovazione č generata dalla riflessivitā professionale che a sua volta genera competenza professionale, dove quest'ultima non č solo "abilitā mentale individuale", quanto costruzione sociale di compiti, ruoli, saperi, tecnologie all'interno delle interazioni organizzative.
Subject digital literacy
classi digitali


Icona documento 1) Download Document PDF


Icona documento Open access Icona documento Restricted Icona documento Private

 


Per ulteriori informazioni, contattare: Librarian http://puma.isti.cnr.it

Valid HTML 4.0 Transitional