PUMA
Istituto di Scienza e Tecnologie dell'Informazione     
Ferro E., La Rosa D., Cimino M. G. Sistema di monitoraggio a distanza ed automatizzato delle merci e di eventuali persone preposte alla sorveglianza delle stesse. Numero 1. Technical report, 2015.
 
 
Abstract
(English)
Nel 2007, il settore del trasporto delle merci e delle persone in Italia rappresentava circa il 20% del prodotto interno lordo, e cresceva con un tasso medio annuo del 2,5%. I dati di Confedra pubblicati a Febbraio 2013 e relativi all'andamento del traffico merci del primo semestre 2012 (rispetto al primo semestre 2011), indicano che il traffico merci su strada ha registrato una diminuzione del 4% per i trasporti nazionali e dello 0,5% per i trasporti internazionali; il traffico ferroviario ha subito un calo del 4,8%; il traffico aereo è diminuito del 5,8%; quello via mare ha registrato una diminuzione del 5,1% nella movimentazione di TEU e del 3% per quanto riguarda la movimentazione delle rinfuse ; mentre il trasporto RO-RO registra un lieve aumento dello 0,8%, grazie al ripristino dei traffici commerciali con il Nord Africa. I Corrieri Nazionali registrano un calo del 2%, mentre gli Express Courier hanno aumentato il traffico del 2%. Andamento negativo anche per gli spedizionieri internazionali, con un calo dello 0,2% nel trasporto su strada e ferro, dell'1,2% nel trasporto aereo e del 4% nel trasporto via mare. Secondo Confetra, la differenziazione tra traffico internazionale e traffico nazionale è particolarmente evidente nel settore del Courier, con un andamento in crescita nei traffici internazionali ed un calo di quelli nazionali. Tali rilevazioni confermano i dati Istat sul commercio internazionale italiano, con un calo delle importazioni e un aumento positivo per le esportazioni. L'analisi dell'andamento delle varie modalità a partire dal luglio 2007 evidenzia la caduta del trasporto ferroviario che, dopo un leggero aumento nel primo semestre del 2008, è in costante discesa. Il traffico su strada ha avuto un andamento variabile, con un aumento nel primo semestre del 2008, poi una diminuzione che si è accentuata nel secondo semestre del 2010, una successiva risalita nel 2011 e poi di nuovo una diminuzione nel primo semestre 2012. Il traffico via mare ha segnato una diminuzione nel primo e secondo semestre 2008, per poi riprendere quota, con un aumento nel secondo semestre 2011, seguito da una diminuzione nel primo semestre 2012. Analizzando nello specifico il traffico marittimo nazionale e internazionale, nel trasporto di TEU Genova registra tra gennaio e maggio del 2012, rispetto al 2011, un aumento del 12,8%; Napoli un aumento del 9% e Trieste un aumento del 18,5%. In calo invece Livorno, con una diminuzione del 17,7%; Ravenna, con meno 9,2% e Venezia con una diminuzione dello 0,9%. Nel trasporto RO-RO spicca Napoli, con un aumento del 77,1%, mentre Genova e Livorno diminuiscono del 5,5%, Ravenna del 20%, Trieste del 6% e Venezia del 3,3%. Il Ministero delle Infrastrutture ha pubblicato in G.U. il 26/3/13 un decreto che detta le nuove regole in materia di mezzi per il trasporto delle merci: i veicoli per il trasporto merci, specialmente di quelle pericolose, dovranno essere tracciati in modo telematico, così da poterne rilevare la posizione e il carico. Il nuovo sistema entrerà in vigore entro metà 2014. Ciò rientra nel decreto per lo sviluppo degli ITS (Intelligent Transport Systems), sistemi di trasporto intelligenti che consentono di creare piattaforme telematiche in grado di dialogare con UIRNet, la piattaforma logistica nazionale, e permettono lo scambio di dati e informazioni tra operatori. UIRNet è entrata nella fase realizzativa del progetto per lo sviluppo della piattaforma nazionale per la logistica integrata e l'intermodalità. L'iniziativa mira alla messa in rete dei servizi per i settori del trasporto e della logistica. Il sistema punta a un diretto coinvolgimento di tutti gli attori del settore dell' autotrasporto, dei poli logistici integrati e delle associazioni Due gli obiettivi prioritari: miglioramento dell'efficienza dei servizi interportuali e incremento degli standard di sicurezza nell'intero processo della filiera. La premessa da cui si deve partire è che i sistemi logistici e il trasporto delle merci rappresentano fattori chiave di vantaggio competitivo per le imprese. E oggi sono in fase di forte trasformazione dovuta all'innovazione nelle tecnologie per l'informazione e la comunicazione (ICT). Questi sviluppi hanno reso possibile l'affermazione di un nuovo modello di sistemi logistici basato sul concetto di integrazione di sistema. In sostanza con l'applicazione su vasta scala dei sistemi informatici sono stati elaborati nuovi modelli organizzativi, di pianificazione e gestione, integrando le varie fasi del ciclo approvvigionamento-produzione-distribuzione. In questo modo, il trasporto merci è entrato a far parte - come sottosistema - del sistema più ampio della logistica.
Subject Wireless Sensor Networks
C.2 COMPUTER-COMMUNICATION NETWORKS


Icona documento 1) Download Document PDF


Icona documento Open access Icona documento Restricted Icona documento Private

 


Per ulteriori informazioni, contattare: Librarian http://puma.isti.cnr.it

Valid HTML 4.0 Transitional