PUMA
Istituto di Scienza e Tecnologie dell'Informazione     
Console E., Valerie B., Cazuguel G., Legnaioli S., Palleschi V., Tassone R., Tonazzini A. ISYREADET: un sistema integrato per il restauro virtuale di documenti antichi. In: IV Convegno Nazionale A.I.Ar. (Pisa, 1-3 febbraio 2006). Atti, vol. Atti del IV Congresso Nazionale AIAR Pisa, 1-3 febbraio 2006 pp. 903 - 913. Claudio D'Amico (ed.). Patron Editore Bologna, 2007.
 
 
Abstract
(English)
Isyreadet (Integrated System for Recovering and Archiving Degraded Texts) is a research project funded by the European Commission whose aim has been to realize an integrated hardware and software system for the virtual restoring of damaged historical documents using innovative methods and tools, such as multispectral cameras and image processing algorithms. During the two years life of the project (2003-2004) the consortium, formed by five SMEs (T.E.A. s.a.s., Catanzaro, Art Conservation, Vlaardingen, Atelier Quillet, La Rochelle, Art Innovation, Hengelo, Transmedia Technology, Swansea) and three RTD Performers (CNR- Istituto per i Processi Chimico-Fisici, Pisa, CNR- Isituto di Scienza e Tecnologie dell'Informazione, Pisa, ENST- École Nationale Supérieure des Télécommunications, Brest), has successfully carried out a series of activities. The activities provided for the realization of the project have been related to the analysis and the classification of different kind of possible damages, the digitalization of the test documents using a multispectral camera, the selection of suitable image enhancement algorithms and further application, the implementation of the user-friendly graphic interface. Above are shown the outcomes reached by the application of the algorithms for the virtual restoration of the documents.
Abstract
(Italiano)
ISYREADET (Integrated System for Recovering and Archiving Degraded Texts) è un progetto di ricerca finanziato dalla Commissione Europea il cui obiettivo è stato quello di realizzare un sistema integrato, hardware e software, per il restauro virtuale di documenti storici danneggiati con l'utilizzo di metodi e strumenti innovativi, come camere multispettrali e algoritmi di elaborazione di immagini. Nel corso dei due anni di vita del progetto (2003-2004) il consorzio, formato da cinque PMI (T.E.A. s.a.s., Catanzaro, Art Conservation, Vlaardingen, Atelier Quillet, La Rochelle, Art Innovation, Hengelo, Transmedia Technology, Swansea) e tre enti di ricerca (CNR- Istituto per i Processi Chimico-Fisici, Pisa, CNR- Isituto di Scienza e Tecnologie dell'Informazione, Pisa, ENST- École Nationale Supérieure des Télécommunications, Brest) ha condotto con successo una serie di attività. Le attività previste nella realizzazione del progetto hanno riguardato l'analisi e classificazione delle differenti tipologie di danno possibili, la digitalizzazione dei documenti-test con una camera multispettrale, la selezione di adeguati algoritmi di miglioramento dell'immagine e successiva applicazione, la predisposizione dell'interfaccia grafica user-friendly. Vengono qui illustrati i risultati conseguiti applicando gli algoritmi sviluppati per il restauro virtuale dei documenti.
Subject image restoration
document analysis
blind source separation
I.4 Image Processing and Computer Vision
I.4.4 Restoration


Icona documento 1) Download Document PDF


Icona documento Open access Icona documento Restricted Icona documento Private

 


Per ulteriori informazioni, contattare: Librarian http://puma.isti.cnr.it

Valid HTML 4.0 Transitional