PUMA
Istituto di Scienza e Tecnologie dell'Informazione     
Signore O. Per una qualità attenta agli standard. In: Convegno: Verso un manuale aperto sulla qualità dei siti scolastici (Milano, 19 novembre 2004).
 
 
Abstract
(English)
No abstract available
Abstract
(Italiano)
Il World Wide Web Consortium (W3C) è un consorzio internazionale di organizzazioni che persegue l' obiettivo di portare il Web al massimo del suo potenziale definendo protocolli comuni che favoriscano l' evoluzione e assicurino l' interoperabilità del Web. Per conseguire i suoi obiettivi a lungo termine (universal access, semantic Web, Web of trust) svolgendo il suo ruolo (vision, design, standardization) restando fedele alle caratteristiche essenziali di internet (interoperabilità, evoluzione e decentralizzazione), il processo del W3C è organizzato conformemente ai tre principi di neutralità rispetto ai produttori, coordinamento con altre organizzazioni che definiscono standard, e consenso (per cui tutte le decisioni tecniche vengono prese all' unanimità e comunque senza che sussistano obiezioni di tipo tecnico). Una W3C Recommendation è una specifica o un insieme di linee guida che, dopo aver maturato il consenso da parte di tutti, ha ricevuto l'approvazione da parte del W3C e del suo direttore, che ne auspicano un' ampia diffusione. Le W3C Recommendation non possono essere definite degli standard in senso proprio, e vengono spesso citate come "standard de facto". È però importante sottolineare che esse non sono originate da posizioni dominanti del mercato, ma sono specifiche tecniche sulle quali è stato raggiunto, da parte di tutta la comunità del Web, un pieno accordo. Il web non solo è stata la tecnologia che si è sviluppata più rapidamente di tutte, ma è anche in continua evoluzione. In particolare, si vano affermando l' importanza dell' interazione macchina-macchina e l' interoperabilità con dispositivi di tutti i tipi (web everywhere, for everybody, with any device). In questo panorama, mantenersi allineati agli standard costituisce non solo un fattore di qualità, ma anche una garanzia di salvaguardia degli investimenti. Solo a titolo di esempio, chi ha investito, in passato: nell' adeguarsi alle nuove specifiche, passando quindi da HTML a XHTML, con uso esteso e accorto dei CSS; nel rispettare le linee guida WAI per l'accessibilità (WCAG 1.0, ATAG 1.0, UAAG 1.0); nell' adottare le tecnologie basate su XML, quindi estraendo le informazioni dai database aziendali, e presentandole poi ai fruitori mediante trasformazioni XSLT; nell' arricchire semanticamente l' informazione con descrizioni in RDF; raccoglie ora i frutti delle scelte tecniche effettuate: può essere conforme alle specifiche tecniche previste dalla legge 4/2004 con uno sforzo ridotto o addirittura nullo; è già pronto per essere presente sul mercato con applicazioni che sono compatibili con le nuove tecnologie e le linee di sviluppo prevedibili (dispositivi mobili, digitale terrestre, semantic web). Il web è una comunità attiva e aperta, e partecipare alla sua evoluzione è un' esperienza spesso entusiasmante. Associarsi al W3C è il modo per partecipare ("Non chiedetevi cosa può fare il web per voi, ma cosa potete fare voi per il web").
URL: http://www.w3c.it/talks/porteAperte2004/
Subject Web technologies
K.1 The Computer Industry. Standards


Icona documento 1) Download Document PDF


Icona documento Open access Icona documento Restricted Icona documento Private

 


Per ulteriori informazioni, contattare: Librarian http://puma.isti.cnr.it

Valid HTML 4.0 Transitional