PUMA
Istituto di Scienza e Tecnologie dell'Informazione     
Della Maggiore R., Perotto E., Fresco R. Tecnologia GIS a supporto di indagini ambientali. In: 6a Conferenza Nazionale ASITA, Geomatica per l' ambiente, il territorio e il patrimonio culturale (Perugia, 5-8 November 2002). Atti, pp. 999 - 1004. 2002.
 
 
Abstract
(English)
The strategy of data collection is a very sensitive aspect for any application, and in particular it is true for environmental research: phenomena which take place on a given territory are often known and studied through “readings” which are taken as samples on the same territory. It is therefore important that the distribution of samples be consistent with uniformity rules and be coherent with the aims of the research. We may observe that sometimes, for essentially practical reasons, these aspects do not receive enough attention, while following phases of analysis are instead dealt with in deep detail. GIS technology can give a valid support to a preventive analysis of the territory under examination, and to determine optimal sampling sites. This communication shows as a GIS system was used to help choosing sampling sites for an environmental-epidemiological survey. The sampling of people submitted to the epidemiological survey was done respecting the uniformity of spatial distribution, after the analysis of the whole resident population distribution, and a control of the statistical weight of partial samples chosen in the different territorial sections. On the environmental aspect, the GIS system was used to choose the sites where to collect the samples of soil to be chemically analyzed, having as target a spatial distribution of the sites which covered entirely the area under examination, but such that it privileged the more populated areas; this in view to have the possibility of a significant comparison between the aspects of our survey, the one based on the environment and the other based on people.
Abstract
(Italiano)
La strategia di raccolta dei dati è un aspetto delicato per applicazioni di ogni tipo ed in particolare lo è per le indagini ambientali: infatti spesso i fenomeni che avvengono su un certo territorio vengono conosciuti e studiati grazie alle “letture” che vengono fatte a campione sul territorio stesso. È perciò importante che la distribuzione dei campioni rispetti criteri di uniformità e sia aderente agli scopi degli studi che vengono intrapresi. Si osserva che talvolta per motivi essenzialmente pratici a questi aspetti non viene prestata l’attenzione che meritano, mentre le successive fasi di analisi sono invece affrontate con abbondanza di dettaglio. La tecnologia GIS può fornire un valido supporto per fare una analisi preventiva del territorio in esame e per determinare i siti ottimali di campionamento. Questa comunicazione descrive l’esperienza fatta nel corso di una indagine ambientaleepidemiologica per la quale un sistema GIS è stato utilizzato per localizzare geograficamente i siti di lettura suddetti in maniera consapevole. Il campionamento dei soggetti per l’indagine epidemiologica è stato fatto con criterio di uniformità spaziale dopo l’analisi della distribuzione dell’intera popolazione residente, anche controllando la potenza statistica dei sottocampioni individuati per le diverse zone. Per l’aspetto ambientale il GIS è stato utilizzato per la determinazione dei siti di prelievo dei campioni di terreno da analizzare chimicamente, avendo posto come target una distribuzione spaziale dei siti che coprisse sì l’intera area di esame, ma tale da privilegiare i luoghi abitati; ciò allo scopo di permettere un confronto significativo fra i due aspetti dell’indagine, quello basato sull’ambiente e quello basato sull’uomo.
Subject Tecnologia GIS
Indagini ambientali
K.4.1 Public Policy Issues


Icona documento 1) Download Document PDF


Icona documento Open access Icona documento Restricted Icona documento Private

 


Per ulteriori informazioni, contattare: Librarian http://puma.isti.cnr.it

Valid HTML 4.0 Transitional