PUMA
Istituto di Scienza e Tecnologie dell'Informazione     
Garzotto F., Mainetto G., Pisani S., Savino P. L' archivio digitale e l'applicazione multimediale del "Museo Virtuale della Storia dell'Informatica in Italia". In: Ricerca & Futuro, vol. 10 pp. 38 - 41. Consiglio Nazionale delle Ricerche, 1998.
 
 
Abstract
(English)
No abstract available
Abstract
(Italiano)
Il Progetto Strategico CNR "Museo Virtuale della Storia dell'Informatica in Italia" nasce sia dall'esigenza di raccogliere e conservare materiale documentale relativo alla genesi dell'informatica italiana sia dalla necessità di realizzare interviste a personaggi chiave dell'informatica italiana affinché la loro testimonianza non vada perduta. Uno degli obiettivi principali del Progetto è, inoltre, la divulgazione di questo patrimonio culturale. Per la conservazione della documentazione disponibile è stato realizzato un archivio digitale multimediale che conserva, in modo opportunamente organizzato, il materiale raccolto e prodotto durante tutta la durata del Progetto. Un'interfaccia Internet/WWW consente agli utenti abilitati l'inserimento, la cancellazione e l'aggiornamento di nuovi dati, mentre utenti generici possono ricercare l'informazione di loro interesse. Le informazioni recuperate possono essere anche utilizzate nello sviluppo di applicazioni relative alla storia dell'informatica in Italia o a più specifici aspetti di questa. In particolare, è stata sviluppata un'applicazione multimediale ed interattiva che propone percorsi guidati della storia dell'informatica italiana nel periodo che va dalla metà degli anni '50 alla fine degli anni '70, periodo sul quale si è focalizzata la nostra attenzione durante tutto il Progetto. La struttura di accesso alle informazioni è particolarmente semplice ed intuitiva per permettere la fruizione dell'applicazione non solo ad utenti esperti del settore, ma anche a coloro che, pur non avendo una specifica conoscenza dell'argomento, sono interessati ai vari aspetti della storia dell'informatica italiana. La semplicità dei metodi di accesso non limita la ricchezza dei percorsi che l'utente può seguire e la libertà di spaziare all'interno delle informazioni presentate. Come spiegheremo nella sezione L'applicazione multimediale, il tipo di utente cui si rivolgono i due sistemi la base di dati editoriale e l'applicazione multimediale è diverso, e di conseguenza i due sistemi hanno obiettivi e caratteristiche diverse. Per la base di dati, l'utente tipico è lo specialista di informatica o di storia della scienza; la base di dati è uno strumento per preservare un patrimonio culturale o, per usare un termine in voga, una "libreria digitale" su un frammento del nostro passato. Contemporaneamente, è una "riserva" di materiale da cui estrarre i contenuti per costruire (frammenti di) applicazioni multimediali relative alla storia della scienza o dell'informatica italiana. L'applicazione multimediale ha, invece, uno scopo divulgativo e si indirizza all'utente, professionista o no, attratto dalle radici dell'informatica italiana o incuriosito, ad esempio, del passato "informatico" del proprio ateneo o ente o sul ruolo di personaggi noti.
Subject K.2 History of Computing


Icona documento 1) Download Document PDF


Icona documento Open access Icona documento Restricted Icona documento Private

 


Per ulteriori informazioni, contattare: Librarian http://puma.isti.cnr.it

Valid HTML 4.0 Transitional