PUMA
Istituto di Scienza e Tecnologie dell'Informazione     
Bozzi E., Chimenti M. Scansione a ultrasuoni di campioni poliedrici. Contratto di collaborazione tecnico-scientifica Alenia-GAT-IEI-CNR. Internal note IEI-B4-10, 1993.
 
 
Abstract
(English)
No abstract available
Abstract
(Italiano)
Per eseguire una scansione a ultrasuoni con sonda focalizzata è necessario che in ogni punto di misura la sonda sia perpendicolare alla superficie del campione e a distanza costante e prefissata da esso di conseguenza, per determinare la traiettoria che l'estremità della sonda deve seguire durante la scansione è necessario specificare di volta in volta sia una posizione, cioè le coordinate x,y,z, di un punto, sia un orientamento, cioè l'inclinazione di un vettore di cui il punto terminale della sonda costituisce un'estremità; gli angoli che definiscono l'orientamento e le coordinate che specificano la posizione sono riferiti agli assi del sistema di riferimento del dispositivo di scansione. Nei casi estremi di campioni con forme complicate l'orientamento può variare per ciascun punto di misura, ma in generale la superficie del campione è, almeno per una limitata estensione, piana, e di conseguenza la scansione complessiva può essere ricondotta ad una successione di scansioni di aree rettangolari su superfici piane: in ciascuna area la scansione è costituita dalla traslazione della sonda con orientamento costante lungo segmenti di eguale lunghezza e equidistanti. La scansione di un campione di tipo poliedrico comporta quindi le seguenti operazioni: - individuare le singole facce del campione; - determinare l'orientamento del piano passante per la faccia da scandire rispetto al sistema di riferimento; -determinare le posizioni dei punti di inizio e di fine scansione sulla faccia.
Subject


Icona documento 1) Download Document PDF


Icona documento Open access Icona documento Restricted Icona documento Private

 


Per ulteriori informazioni, contattare: Librarian http://puma.isti.cnr.it

Valid HTML 4.0 Transitional