PUMA
Istituto di Scienza e Tecnologie dell'Informazione     
Caprili M., Morandi C. Studio e sviluppo di un elemento finito rettangolare piano per lastre e piastre. Internal note IEI-B72-09, 1972.
 
 
Abstract
(English)
No abstract available
Abstract
(Italiano)
Il presente studio è nato dall'esigenza di analizzare tutti i dettagli operativi nella "costruzione" della matrice di rigidezza di un elemento finito rettangolare piano. Si è considerato il problema di analizzare una struttura tridimensionale composta di lamine piane soggette a sforzi nel proprio piano ed a sforzi di flessione. Seguendo una formulazione generale del metodo degli elementi finiti si è sviluppata l'equazione variazionale associata al sistema di equazioni differenziali del problema; nei problemi di elasticità tale equazione coincide con il principio dei lavori virtuali. Per approssimare gli spostamenti all'interno di ciascun elemento, si sono scelti i polinomi di grado minimo possibile dato il problema in esame; l'elemento finito però non è conforme (7); cioè le componenti del tensore di deformazione possono risultare discontinue sui lati degli elementi. L'insieme dei calcoli che portano alla matrice di rigidezza è sviluppato nei paragrafi (6) e (7). E' stato anche realizzato un sistema di programmi chiamato SPLINT ( SPLine INTegration), che automatizza il calcolo della matrice di rigidezza fornendo l'espressione formale dei suoi elementi dato un polinomio di grado qualsiasi come funzione interpolante (7). L'elemento finito qui sviluppato è attualmente operante sul sistema per elementi finiti SELF (1).
Subject


Icona documento 1) Download Document PDF


Icona documento Open access Icona documento Restricted Icona documento Private

 


Per ulteriori informazioni, contattare: Librarian http://puma.isti.cnr.it

Valid HTML 4.0 Transitional